domenica 17 settembre 2017

Un tuffo a... Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk


L'ITALIANO IN CLASSE:   
ecco alcune espressioni e frasi utili per il linguaggio in classe.

Итальянский язык в классе: вот некоторые фразы и выражения, которые могут понадобится во время  урока.

Traduzione in russo a cura di Alyona Krasnikova
Перевод на русский Красниковой Алены

Come chiedere spiegazioni\ как попросить пояснения

- Non ho capito.        я не понял(а)                 
- Può ripetere, per favore?       повторите, пожалуйста                              

- Può parlare più lentamente?       могли бы Вы говорить помедленнее?            
- Che cosa significa ................?      что значит……………..?                           

- Come si dice “……”  in italiano?  как сказать по-итальянски…………”       
           
- Come si pronuncia (scrive) questa parola? Как произносится (пишется)  это слово?           

-È giusto? - È sbagliato?     правильно? – не правильно?            
                       
Come chiedere qualcosa/ как попросить что-нибудь

- Scusi, posso fare una domanda? извините, можно мне задать вопрос/спросить?                            
- Posso aprire la finestra? Можно мне открыть окно?                
                                  
- Può aiutarmi? Можете мне помочь?       

Come chiedere o esprimere un'opinione/ как выразить или узнать мнение

- Mi piace …    мне нравится                       
                       
- Le piace (formale) Вам нравится (на Вы)…?
- Ti piace (informale)   тебе нравится (на ты)…..?        

- Sono d'accordo.    я согласен (согласна)    - Non sono d'accordo.  я не согласен (согласна)            
                       
Come scusarsi o chiamare qualcuno

- Mi dispiace molto.  я очень сожалею                              

- Scusi (formale), .....                        простите/извините (на Вы)…….  
- Scusa (informale),.....                     прости/извини (на ты)……             



sabato 16 settembre 2017

Un tuffo a... Parigi, Bruxelles, Montreal, Ginevra

QUESTIONARIO

Prima di iniziare lo studio della lingua e della cultura italiana vi presentiamo questo breve questionario: gli insegnanti possono proporlo nelle loro classi per conoscere meglio i propri studenti e i loro interessi.
Per i principianti assoluti nei paesi francofoni, ecco la  traduzione in francese a cura di Flora Caraffini Rouquette.

QUESTIONNAIRE INITIAL

As-tu déjà étudié l’italien ?                      □ oui □ non
Si oui, où et pendant combien de temps ? __________________________________________________


Pour quelles raisons étudies-tu l'italien ?
        parce que j’en ai besoin pour mes études
        parce que j’aime la culture italienne
        parce que j’en ai besoin dans mon travail
        pour parler avec des amis italiens
        pour voyager en Italie 
        ___________________________

Quels sont tes objectifs ?
        parler italien
        communiquer dans des situations quotidiennes
        lire des journaux, revues ou livres
        connaître le langage commercial
        comprendre la télévision italienne
        écouter la radio et les chansons
        écrire des lettres
        _________________________


Qu’est-ce qui t’intéresse le plus dans la culture italienne ?     
        l’histoire et l’art
        la gastronomie
        la littérature
        la musique
        la mode
        le cinéma


Pour toi, il est plus important d’apprendre à...
        parler et à t’exprimer  
        écrire des textes et des lettres
        comprendre quand tu écoutes              
        lire des journaux et des livres

Les quelles de ces activités préfères-tu pratiquer en classe:
        écouter et lire à voix haute des dialogues
        écouter les explications grammaticales
        écouter de la musique et chanter
        regarder des films ou des programmes télévisés
        faire des exercices de grammaire
        lire des articles de journal (journaux)
        lire des oeuvres littéraires faire de la conversation
        rédiger des lettres et autres compositions participer à des jeux de rôle et jouer
        étudier par coeur du vocabulaire faire des dictées
        traduire des textes et extraits d’œuvres littéraires 
_____________________





mercoledì 26 luglio 2017

Gioca con noi: “La mia Italia, la mia regione!”

Per conoscere meglio il nostro paese con le sue infinite varietà regionali, le sue tradizioni, le sue tantissime eccellenze, e perché no, anche i suoi difetti, Michela, che dirige una scuola di lingua e cultura italiana per stranieri a Mesagne, ha ideato il questionario che trovate qua sotto.

Volete giocare con noi? Accettate la sfida di presentare, con onestà e un po’ di ironia, la vostra regione e la vostra “italianità”!
Mandateci il vostro questionario: ecco le prime risposte di Michela (dalla Puglia) e Patrizia (dalla Romagna)
E potete giocare con noi anche se non siete italiani: qual è la regione o la città italiana del vostro cuore? Qual è la vostra “visione dell’Italia”?
Aspettiamo le vostre risposte che saranno pubblicate qui (se richiesto anche in forma anonima 😉 )  agli indirizzi email:
Michela Moliterni   info@lacanto.it     oppure       patrizia.bacci@gmail.com


















La mia Italia, la mia regione, ……………………………..!   
 Quali sono le tue parole italiane preferite?
Che cosa ti piace della tua città, …………………?
Che cosa  ti manca del tuo paese quando sei all‘estero?
I più bei panorami in Italia o nella tua regione per te?
Qualcosa di speciale da fare nella tua regione?
Un ricordo divertente
 Il tuo giorno preferito?
Quali pensi che siano gli aspetti negativi della tua comunità, nella tua città o nella tua regione?
Che cosa  compreresti dalla tua regione se partissi per un lungo viaggio?
Che cosa  piace fare agli abitanti della tua regione?
Descrivi una persona della tua regione
Che cosa  ti piace cantare spesso?

martedì 4 luglio 2017

Un tuffo nel... Lago di Garda!


Andrea Barzoi ci ha mandato delle splendide foto del Lago di Garda.
Iniziamo allora questo viaggio lungo le sponde del più grande dei laghi italiani con una superficie di circa 370 km².
Il Lago di Garda si trova all’incrocio fra tre regioni: la Lombardia con la provincia di Brescia, il Veneto con la provincia di Verona e il Trentino Alto – Adige con la provincia di Trento.


A nord il lago si presenta più stretto ed è circondato da alte catene montuose che gli conferiscono la forma e l’andamento di un fiordo proteggendolo e rendendo il suo clima particolarmente mite mentre a sud si allarga, circondato da colline che rendono più dolce il paesaggio.





Il lago è un'importante meta turistica ed è visitato ogni anno da milioni di persone.
In effetti, da norda sud il Lago di Garda è un susseguirsi di suggestive località e scorci incantevoli.

Il Garda Trentino, all’estremità settentrionale del Lago, in particolare Riva del Garda, è il paradiso della vela e del windsurf insieme alla vicina Malcesine.

Da qui inizia la Riviera degli Olivi, ricca di insenature e rive, borghi e castelli, che si estende a sud per oltre 50 chilometri fino a Peschiera.
Proseguendo lungo la costa meridionale, che offre diverse proposte di centri termali, si sfiorano lelocalità di Sirmione e Desenzano.

Costeggiando la riviera verso nord, il paesaggio mediterraneo si alterna a quello alpino dei paesi di Salò, Gardone Riviera fino a Limone sul Garda, dove trionfano gli agrumeti e i profumi intensi di questa terra.
 
In particolare, molte delle foto di Andrea riguardano il territorio di Malcesine, sulla riva orientale del lago di Garda nella provincia di Verona, raccolto attorno allo svettante Castello Scaligero ed allo storico Palazzo dei Capitani, che conserva intatte le sue antiche origini medievali.


Il clima sempre temperato e salubre, consente, specie nella bassa stagione, magnifiche passeggiate in collina o in alta montagna; si passa infatti da una vegetazione mediterranearicca di oleandri e oliveti ad un paesaggio prettamente alpino.

 

In circa 10 minuti, grazie alla nuova funivia, si raggiungono i 1.800 metri del Monte Baldo,"Orto botanico d’Italia", dove d’inverno è possibile praticare anche lo sci.

A pochi chilometri da Malcesine si trova anche la bella località di Brenzone dove è possibile trascorrere una vacanza a contatto con la natura.