sabato 23 maggio 2015

Note di grammatica per insegnanti
e studenti autodidatti 2

SECONDA LEZIONE

Una passeggiata in centro
da  Un tuffo nell’azzurro 1 - nuovo corso di lingua e cultura italiana

GLI ARTICOLI DETERMINATIVI (pagina 26)
In italiano davanti ai sostantivi si usa quasi sempre l’articolo.
Ci sono due tipi di articoli:
  1. gli articoli determinativi (IL, LO, LA, L’, I, GLI, LE) che si usano quando il nome è determinato, cioè preciso, ad esempio:
il mio libro
il libro di Carlo
il libro nuovo
  1. gli articoli indeterminativi (UN, UNO, UNA, UN’) si usano invece quando il nome è indeterminato, cioè non definito, ad esempio:
un libro = un libro qualsiasi
(studieremo gli articoli indeterminativi a pagina 37)
Gli articoli determinativi maschili sono:
  1. IL che si usa davanti a tutti i nomi che iniziano per consonante, tranne nei casi in cui si usa
  2. LO, che si usa davanti ai sostantivi che iniziano per S + consonante, GN, PS e Z;
  3. L’ si usa davanti ai nomi che iniziano per vocale, cioè A, E, I, O, U.
Il plurale di IL è I; il plurale di LO e L’ è GLI.
Gli articoli determinativi femminili sono:
  1. LA che si usa davanti a tutti i nomi che iniziano per consonante e
  2. L’ si usa davanti ai nomi che iniziano per vocale, cioè A, E, I, O, U.
Il plurale di LA e L’ è LE.
L’articolo in italiano è molto importante perché a volte serve per capire se il sostantivo è maschile o femminile, oppure se è singolare o plurale. Infatti in italiano ci sono due gruppi di parole che non cambiano al plurale:

  1. le parole straniere, per esempio:
il computer (singolare)
i computer (plurale)
lo sport (singolare)
gli sport (plurale)
  1. le parole con l’accento sull’ultima vocale, per esempio:
la città (singolare)
le città (plurale)
il caffè (singolare)
i caffè (plurale)

IL PRESENTE DEI VERBI REGOLARI (pagina 27)
In italiano i verbi si dividono in 3 gruppi, a seconda della desinenza finale dell’infinito. Ognuno dei 3 gruppi ha una coniugazione diversa, cioè le desinenze delle diverse persone del verbo cambiano in base a quale coniugazione appartiene il verbo:
1° coniugazione: verbi che terminano in ARE
IO      -O
TU        -I
LUI/LEI     -A
NOI         -IAMO
VOI         -ATE
LORO      -ANO

2° coniugazione: verbi che terminano in ERE
IO        -O
TU        -I
LUI/LEI      -E
NOI         -IAMO
VOI        -ETE
LORO    -ONO

3° coniugazione: verbi che terminano in IRE
IO          -O
TU         -I
LUI/LEI      -E
NOI           -IAMO
VOI           -ITE
LORO       -ONO

Tutti i verbi regolari si formano quindi con queste desinenze sopra indicate, cioè togliendo la desinenza –ARE, -ERE o –IRE e sostituendo la desinenza della persona scelta.

Ci sono due eccezioni: i verbi che hanno la lettera C o G davanti alla desinenza ARE, prendono la H davanti alle desinenze in I, ad esempio:
tu cerchi noi cerchiamo
tu paghi noi paghiamo

In italiano si usa la 3° persona singolare femminile Lei come forma di cortesia, sia al maschile sia al femminile:
Signore, (Lei) dove abita?
Signora, Lei ama l’Italia?
Signorina, (Lei) conosce questo cantante?

Come abbiamo già visto, non è necessario usare il pronome personale davanti al verbo, perché ogni persona ha una desinenza diversa:
Io abito a Roma = Abito a Roma

Tu abiti a Roma = Abiti a Roma

lunedì 18 maggio 2015

Un tuffo a... Parigi, Bruxelles, Montreal, Ginevra

QUESTIONARIO

Prima di iniziare lo studio della lingua e della cultura italiana vi presentiamo questo breve questionario: gli insegnanti possono proporlo nelle loro classi per conoscere meglio i propri studenti e i loro interessi.
Per i principianti assoluti nei paesi francofoni, ecco la  traduzione in francese a cura di Flora Caraffini Rouquette.

QUESTIONNAIRE INITIAL

As-tu déjà étudié l’italien ?                      □ oui □ non
Si oui, où et pendant combien de temps ? __________________________________________________


Pour quelles raisons étudies-tu l'italien ?
        parce que j’en ai besoin pour mes études
        parce que j’aime la culture italienne
        parce que j’en ai besoin dans mon travail
        pour parler avec des amis italiens
        pour voyager en Italie 
        ___________________________

Quels sont tes objectifs ?
        parler italien
        communiquer dans des situations quotidiennes
        lire des journaux, revues ou livres
        connaître le langage commercial
        comprendre la télévision italienne
        écouter la radio et les chansons
        écrire des lettres
        _________________________


Qu’est-ce qui t’intéresse le plus dans la culture italienne ?     
        l’histoire et l’art
        la gastronomie
        la littérature
        la musique
        la mode
        le cinéma


Pour toi, il est plus important d’apprendre à...
        parler et à t’exprimer  
        écrire des textes et des lettres
        comprendre quand tu écoutes              
        lire des journaux et des livres

Les quelles de ces activités préfères-tu pratiquer en classe:
        écouter et lire à voix haute des dialogues
        écouter les explications grammaticales
        écouter de la musique et chanter
        regarder des films ou des programmes télévisés
        faire des exercices de grammaire
        lire des articles de journal (journaux)
        lire des oeuvres littéraires faire de la conversation
        rédiger des lettres et autres compositions participer à des jeux de rôle et jouer
        étudier par coeur du vocabulaire faire des dictées
        traduire des textes et extraits d’œuvres littéraires 
_____________________





lunedì 4 maggio 2015

Un tuffo in... Italia - Venezia


 UN TUFFO IN... ITALIA
“Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni?
Nel verde fogliame splendono arance d'oro
Un vento lieve spira dal cielo azzurro….”


Nel suo diario Viaggio in Italia, pubblicato nel 1817, così Goethe parla del nostro paese: il grande scrittore tedesco ci fornisce una descrizione non solo geografica ma soprattutto delle atmosfere e delle persone, insieme a riflessioni su arte, cultura e letteratura.

E voi quali località avete visitato in Italia? E quali città vorreste conoscere?
Scriveteci le vostre esperienze di viaggio in Italia!

Cominciamo con un tuffo in una splendida città d’arte, la meta romantica per eccellenza: VENEZIA





Queste sono due viste sul Canal Grande, il principale Canale di Venezia, lungo quasi 4 chilometri che divide in due parti il centro storico.



Ecco le famose gondole per una gita romantica attraverso i canali





Venezia è celebre per il suo Carnevale e le sue maschere.



Finalmente siamo arrivati in Piazza San Marco, la Basilica è meravigliosa!


E a fianco svetta il Campanile di San Marco, vicino alla colonna con il Leone alato, simbolo della città.


Questo è il Palazzo Ducale, dove una volta si svolgevano i processi e oggi sede di un bellissimo Museo.





Ecco il ponte dei Sospiri che collega il Palazzo Ducale alle prigioni, dove fu richiuso anche Giacomo Casanova.



Questo invece è il Ponte di Rialto, la zona del mercato di Venezia, e la vista sul Canal Grande dal ponte.



A Venezia si svolge ogni due anni la Biennale d’Arte: appassionati e curiosi arrivano da ogni parte del mondo.



Un bel panorama con vista sulla chiesa di san Giorgio Maggiore, sull’omonima isola.



Venezia è una città davvero unica!
Siete mai stati a Venezia? Mandateci i vostri racconti di viaggio!

venerdì 1 maggio 2015

Expo 2015 a Milano

È iniziato a Milano Expo 2015!

Il tema di questa Esposizione Universale 2015 è Nutrire il pianeta, energia per la vita e intende includere tutto ciò che riguarda l'alimentazione, importantissima per la salute di ogni persona, dall'educazione alimentare alla grave mancanza di cibo che affligge molte zone povere del mondo, alle tematiche legate agli OGM. 

Expo 2015 vedrà la partecipazione di 139 partecipanti ufficiali con oltre 1 milione di metri quadri di estensione, un chilometro e mezzo di viali e decine di padiglioni che rappresentano i Paesi di tutto il mondo.

All'interno del sito saranno presenti cinque aree o padiglioni tematici che svilupperanno i temi della nutrizione secondo differenti ambiti: l’esperienza del cibo e il futuro, il legame tra la nutrizione e l’infanzia, la possibilità di un cibo sostenibile, il rapporto tra il cibo e l’arte, la modalità di produzione del cibo. Questi padiglioni sono così denominati:
  • Padiglione Zero – Situato all'estremità ovest del sito, funge da portale d'accesso e introduzione alla visita.
  • Parco della Biodiversibilità – Un grande giardino di circa 14 000 m² posto nell'area Nord finalizzato alla riproduzione della varietà della vita.
  • Distretto del cibo del futuro
  • Il cibo nell'arte
  • Parco dei bambini – area ludica, ricreativa ed educativa per bambini e famiglie.






 Alle 10 in punto sono stati aperti i cancelli dell'Expo 2015 e due ore dopo è iniziata la cerimonia d'inaugurazione con il taglio del nastro da parte del premier Matteo Renzi e un videomessaggio di Papa Francesco.

Nella prima giornata dell'Esposizione anche il passaggio delle frecce tricolori e, in serata, la Turandot di Giacomo Puccini al Teatro alla Scala.

Ancora chiuso il padiglione dell’Unione europea (che aprirà l’8 maggio). Tra le strutture da finire c’è quella del Nepal, colpita nei giorni scorsi da un terremoto che ha fatto oltre 7.000 morti: una parte della grande pagoda non è ancora accessibile al pubblico. “Stiamo già preparando un mega evento di solidarietà e raccogliere fondi per la popolazione colpita”.



Ancora chiuso il padiglione dell’Unione europea (che aprirà l’8 maggio). Tra le strutture da finire c’è quella del Nepal, colpita nei giorni scorsi da un terremoto che ha fatto oltre 7.000 morti: una parte della grande pagoda non è ancora accessibile al pubblico. “Stiamo già preparando un mega evento di solidarietà e raccogliere fondi per la popolazione colpita”. 



Tante le star giunte da tutto il mondo per partecipare all'evento organizzato da Giorgio Armani per celebrare i 40 anni di attività della sua Maison, ovvero l'apertura del nuovo spazio espositivo Armani/Silos. Un evento che ha preceduto l'inaugurazione di Expo Milano 2015, di cui 'Re Giorgio' è speciale ambasciatore per la moda. Hanno sfilato davanti agli occhi di fotografi, cameramen e giornalisti star come Leonardo Di Caprio, Cate Blanchett, Tina Turner, Glenn Close, Pierce Brosnan insieme a tanti volti noti di casa nostra, tra cui Carla Fracci, Marta Marzotto, Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini, Raoul Bova.

E ieri, serata di festa alla vigilia dell'Expo con il maxi concerto in Piazza Duomo con artisti da tutto il mondo, tra cui Andrea Bocelli e il pianista cinese Lang Lang. Oltre 3.000 gli ospiti seduti e almeno più di 20 mila le persone che hanno affollato la piazza per assistere allo spettacolo trasmesso su Raiuno e in mondovisione.
Attesi anche una ventina di Capi di Stato e rappresentanti dei governi stranieri, anche se Expo ha cercato di convincere le autorità a raggiungere il capoluogo lombardo nelle giornate nazionali del loro Paese (ad esempio, Hollande il 21 giugno e Putin il 10 giugno).