martedì 17 settembre 2019

Un tuffo a... Madrid, Città del Messico, Quito, Buenos Aires

L'ITALIANO IN CLASSE:
ecco alcune espressioni e frasi utili per il linguaggio in classe
con la traduzione in spagnolo per gli studenti ispanofoni principianti

Come chiedere spiegazioni:

- Non ho capito. No entendí.
- Può ripetere, per favore? ¿Puede repetir, por favor?
- Può parlare più lentamente? ¿Puede hablar más lento?
- Che cosa significa "…………….."? ¿Qué significa “………….” ?
- Come si dice "………….……" in italiano? ¿Cómo se dice “..............” en italiano?
- Come si pronuncia (scrive) questa parola? ¿Cómo se pronuncia (se escribe) esta palabra?
- È giusto? - È sbagliato? ¿Está bien? ¿Está mal?



Come chiedere qualcosa:

- Scusi, posso fare una domanda? Disculpe, ¿puedo hacer una pregunta?
- Posso aprire la finestra? ¿Puedo abrir la ventana?
- Può aiutarmi? ¿Puede ayudarme?

Come chiedere o esprimere un'opinione:

- Mi piace … Me gusta………..…
- Le piace (formale) ………? Le gusta (formal) ………… ?
- Ti piace (informale) …..? Te gusta (informal)………. ?
- Sono d'accordo. - Non sono d'accordo. Estoy de acuerdo. No estoy de acuerdo.

Come scusarsi o chiamare qualcuno:

- Mi dispiace molto. Lo siento mucho. / Lo lamento tanto.
- Scusi (formale), ……. Disculpe (formal)
- Scusa (informale), …… Disculpa (informal)



venerdì 2 agosto 2019

Un Tuffo in... Croazia!

Ecco una nuova testimonianza di una professoressa che collabora con noi per la stesura e la revisione del nuovo materiale didattico, Maja Janković-Pažin.

"Buongiorno, mi chiamo Maja  e sono proprietaria di una scuola di lingue straniere a Požega, una città situata nella regione di Slavonia.
pozega-croazia
Poiché la mia è una piccola città, l'italiano qui non è molto usato e non ci sono molte persone interessate, ma ci sforziamo di cambiare un po' le cose.
11924972_10203541698978113_6259751775054272402_nMi piace il corso di lingua italiana "Un tuffo nell'azzurro" perché è facile da usare, è divertente, ma soprattutto perché è ben strutturato e i miei studenti imparano la lingua senza fatica. Prima avevo sempre usato libri che davano una certa base, ma la struttura del manuale era poco chiara e le strutture grammaticali non derivavano logicamente l'una dall'altra.
Con i vostri testi invece l'acquisizione è semplice, permettendo agli studenti di comunicare liberamente e usando appunto le parole di cui hanno bisogno nella vita quotidiana. Particolarmente mi piace la parte sull'Italia (Viva l'Italia) perché dopo aver superato la materia, gli studenti erano capaci di collegarla con il proprio paese e parlavano e scrivevano sulla Croazia in generale, ma anche sulle città croate, compresa la loro città.
Anche il Quaderno degli esercizi è molto utile siccome c'è tanta pratica delle strutture acquistate, soprattutto la divisione di ogni lezione in tre parti (grammatica, lessico e cultura) che aiuta gli studenti a differenziare e capire le cose importanti.







Le cose che cambierei.... Forse sarebbe un grande aiuto citare il numero di registrazione CD accanto ad ogni ascolto perché adesso devo sempre contare il numero della registrazione. E un'altra cosa, forse introdurrei la struttura dell'articolo determinativo un po' prima nel libro perché gli studenti lo incontrano sin dall'inizio del libro ma è difficile (ad es. p. 24 - Che cos'è ?) perché si confondono. Ma questa è solo la mia impressione...
Spero di avervi aiutato almeno un poco!
Non vedo l'ora di vedere la nuova versione e davvero apprezzo tutto il lavoro che fate.
Vi mando un grande saluto dalla Croazia!"

lunedì 29 luglio 2019

Un tuffo a... New York, Londra, Dublino, Toronto e Sidney...!


QUESTIONARIO INIZIALE 
 Prima di iniziare lo studio della lingua e della cultura italiana vi presentiamo questo breve questionario: gli insegnanti possono proporlo nelle loro classi per conoscere meglio i propri studenti e i loro interessi.
 
Per gli studenti principianti assoluti anglofoni, ecco la traduzione in lingua inglese:

QUESTIONNAIRE

Have you already studied Italian?           □ yes           □ no
If yes, where and for how long?________________________________________

Why are you studying Italian?
□ It is helpful to my studies
□ I love Italian culture
□ It is helpful to my job
□ So I can speak to my Italian friends
□ To travel in Italy
□ Other: ___________________


What are your goals?
□ To speak Italian
□ To communicate in everyday situations
□ To read newspapers, magazines, & books
□ To know the language of business
□ To understand Italian T.V.
□ To listen to the radio and songs
□ To write letters
□ Other: _________________

What interests you the most about Italian culture?
□ Art History
□ Italian Cuisine
□ Italian Literature
□ Italian Music
□ Italian Fashion
□ Italian Film




For you, it is important to learn how to…
□ speak and express yourself.
□ write texts and letters.
□ understand when you listen.
□ read newspapers and books.


Which of the following activities do you prefer to do in class:
□ listen and read dialogues out loud
□ listen to grammar explanations
□ listen to music and singing
□ watch films or T.V. shows
□ do grammar exercises
□ read newspaper articles
□ read literature
□ make conversation
□ write letters and compositions
□ write dictations
□ translate literary texts
□ role-playing and games
□ memorize vocabulary
□ Other: ____________________


How many hours a week are you taking Italian lessons?
□ 1-3 hours
□ 4-6 hours
□ more than 7 hours

What is your profession?
□ I’m a student of _________________.
□ Work
□ I’m retired
□ Housewife
□ Unemployed
□ Other: ___________________


Do you have time to study and work on homework at home?
□ yes
□ no
□ sometimes



venerdì 26 luglio 2019

Bravo chi legge! - proposta di lettura 2



Quali sono i libri da consigliare a chi studia la nostra lingua e vuole conoscere la cultura italiana?

Oggi presentiamo un grande della letteratura italiana, così importante che ci sembra difficile scegliere un solo libro della sua vasta produzione.
E allora vi consigliamo la sua celebre trilogia, stiamo parlando di Italo Calvino e dei suoi tre romanzi fantastici:

Il visconte dimezzato (1952)
Il barone rampante (1957)
Il cavaliere inesistente (1959)
raccolti nel volume I nostri antenati.

Questi tre romanzi costituiscono un allegorico ritratto della natura umana, dell’uomo intellettuale con i suoi limiti e la sua impotenza ma anche con il suo desiderio di misurarsi e vincere una realtà spesso ostile.

“Calvino ha voluto metaforicamente esprimere tre diverse esperienze attraverso le quali l’uomo contemporaneo possa recuperare la propria umanità. I tre romanzi descrivono infatti l’uomo moderno diviso e incapace di trovare il giusto equilibrio tra bene e male (“Il visconte dimezzato”), alienato (“Il barone rampante”), e ridotto a pura apparenza (“Il cavaliere inesistente”). “Il cavaliere inesistente” suggerisce una riflessione sulla necessità di essere, di esistere, conquista più importante e che presuppone tutte le altre” (Sambugar, Salà, Gaot).


Scheda didattica (livello A2)
Leggi queste tre brevi schede e poi rispondi alle domande

A) Il visconte dimezzato è la storia di Medardo di Terralba, un visconte che partecipa, insieme al suo scudiero Curzio, ad una guerra di religione alla fine del Seicento in Boemia. Il protagonista viene tagliato in due parti speculari da una palla di cannone. Inizia così la vita parallela delle due metà di Medardo. Prima ritorna al paese solo il lato maligno che compie orribili atrocità: provoca la morte del padre, tenta di uccidere il nipote, condanna a morte decine di uomini solo per aumentare il numero dei fuochi fatui al cimitero. Il Medardo “cattivo” ha però anche delle incredibili doti di umorismo e di realismo. In seguito fa ritorno al paese natio anche l’altra metà del visconte che si comporta in modo totalmente opposto: gentile e generoso, buono, o per meglio dire “buonista”, doti che però sono esagerate, fino alla nausea.

B) Il barone rampante racconta la vita del barone Cosimo Piovasco di Rondò, primogenito di una famiglia nobile decaduta. La storia, raccontata dal fratello minore Biagio, prende il via da un futile litigio per un piatto di lumache, che avviene il 15 giugno 1767 nella tenuta di Ombrosa, tra Cosimo adolescente e suo padre: per questo motivo Cosimo salirà sugli alberi del giardino di casa per non scenderne mai più. Tutta la vita del protagonista si svolgerà sempre sugli alberi, prima del giardino di famiglia e, in seguito, nei boschi del circondario, fino a viaggi in terre lontane in Francia collegate sempre «via albero». Cosimo conoscerà moltissimi personaggi fra cui anche degli esiliati spagnoli e si innamorerà di Ursula che però, terminato l’esilio, ritornerà in Spagna mettendo fine alla loro storia. Il carattere di Cosimo è forte e testardo, scontroso ma onesto e con una grande di forza di volontà, che non lo fa mai venire meno ai propri ideali. Per tutti, la sua scelta di vita è strana e incredibile ma anche affascinante e avventurosa.

C) All’inizio de Il cavaliere inesistente, Carlomagno passa in rassegna le sue truppe: tra la sporcizia e il sangue, un cavaliere sembra quasi irreale. Ha l’armatura bianca, lucida e pulita e un portamento regale: è Agilulfo Emo Bertrandino dei Guildiverni, un cavaliere tanto perfetto quanto irreale! Agilulfo ha una fortissima forza di volontà e onora l’eccellenza, per questo non è molto amato dagli altri paladini Franchi impegnati nella lotta contro gli infedeli. La storia si riempie di personaggi, come il giovane Rambaldo, arruolatosi per vendicare il padre ucciso dai mori, che si innamora di Bradamante, una misteriosa guerriera a cui deve la vita, ma che è invaghita invece del cavaliere inesistente, o come l’altro giovane, Torrismondo, che conosce strani segreti sul conto del cavaliere Agilulfo. Le avventure si svolgono in lontani paesi, dalla Scozia al Marocco, in un medioevo fantastico, e si concludono in un modo inaspettato.


Rispondi alle domande
                                                      
A)
1. Quale incidente ha “dimezzato” il visconte?
2. Come si chiama lo scudiero del visconte?
3. A quale guerra hanno partecipato?
4. Che cosa fa la parte cattiva del visconte dopo essere tornata a casa?
5. Perché la parte “buona” del visconte è antipatica?



B)
6. Come si chiama il barone rampante?
7. Per quale motivo il giovane barone decide di salire sugli alberi?
8. Come riesce a viaggiare il barone?
9. Di chi si innamora?
10. Com’è il carattere del barone?
                                                        
C)
11. Chi è il comandante dell’esercito dei Franchi?
12. Com’è l’armatura del cavaliere inesistente?
13. Di chi è innamorato Rambaldo?
14. Da chi è amato invece il cavaliere?
15. Dove si svolgono le avventure del cavaliere?