lunedì 9 aprile 2018

Un tuffo a... Rio, San Paolo, Taubaté



QUESTIONARIO
Prima di iniziare lo studio della lingua e della cultura italiana vi presentiamo questo breve questionario: gli insegnanti possono proporlo nelle loro classi per conoscere meglio i propri studenti e i loro interessi.
Per i principianti assoluti in Brasile, ecco la  traduzione in portoghese - brasiliano a cura di Maria do Carmo Franceschini Ekman
(maria.c.ekman@gmail.com)



Já estudou a língua italiana?

sim não


Se sim, aonde e durante quanto tempo? ..................................................

Porque estuda italiano?
porque é útil para os meus estudos
porque amo a cultura italiana
porque é útil para o meu trabalho
para falar com os amigos italianos
para viajar em Italia
_____________________

Quais são os seus objectivos?
falarem italiano
comunicar em situaçõesdo dia a dia
ler jornais, revistas ou livros
conhecera linguagem comercial
entendera televisão italiana
escutar radio e musica
escrever cartas e mails
_____________________

O que lhe interessa mais na cultura italiana?
historia e arte
a gastronomia
a literatura
a musica
a moda
o cinema


Para você é mais importante aprender a....
falar e comunicar
escrever textos e cartas
entendera palavra falada e poder comunicar-se oralmente
ler jornais e livros

Quais entre estas actividades você preferiria ter nas aulas
escutar e ler diálogosem voz alta
assistira explicações de gramatica
fazer exercicios de gramatica
ler textos de literatura
ler artigos em revistase jornais
escrever cartas e composições
escrever textos ditados
traduzir textos literarios




I libri che compongono il corso UN TUFFO NELL'AZZURRO sono in vendita presso alcune librerie di San Paolo come la Livraria Martins Fontes - Av. Paulista, 509 
            http://www.martinsfontespaulista.com.br
          o distribuiti direttamente da Panozzo Editore info@panozzoeditore.com
 

mercoledì 4 aprile 2018

Un tuffo in... Italia - L'Aquila

UN TUFFO IN… ITALIA – L’Aquila 9 anni dopo

Il 6 aprile di 9 anni fa un sisma di magnitudo 6.3 ha devastato L'Aquila e provincia, provocando 309 morti e circa 2.000 feriti. Moltissimi edifici sono crollati lasciando senza casa migliaia di persone e un ingente patrimonio architettonico è andato distrutto. 

L’Aquila è una città bellissima e siamo certi che riuscirà a rinascere dopo questa catastrofe, anche se la ricostruzione avrà ancora tempi lunghissimi:

«Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo. Senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere»Saranno le parole dello scrittore portoghese Jose Saramago ad accompagnare gli eventi commemorativi in programma all’Aquila per il nono anniversario del terremoto del 6 aprile 2009.

Ecco alcune belle immagini della città e del suo territorio.
Questa è la Fontana luminosa, caratterizzata da due nudi femminili in bronzo che sorreggono la caratteristica conca abruzzese.


Questo è invece il Forte Spagnolo, anche noto come castello Cinquecentesco, la fortezza dell’Aquila. Mai utilizzato per scopi bellici, fu utilizzato nel Seicento come residenza del governatore spagnolo. Restaurato nel 1951 è divenuto sede del Museo nazionale d’Abruzzo, il più importante della regione, e prima del terremoto era sede di mostre e convegni: ora infatti è rimasto gravemente danneggiato e non è attualmente agibile.








Ecco la Basilica di Santa Maria di Collemaggio, fondata nel 1287 per volere di papa Celestino V: è il più importante monumento religioso della città.
Anche questa basilica è stata gravemente danneggiata durante il terremoto del 2009 ma ora dopo i primi restauri è tornata agibile e funge temporaneamente da cattedrale della città.












L’Aquila sorge sul pendio di un colle, alla sinistra del fiume Aterno, a sud delle estreme propaggini del Gran Sasso d'Italia, le montagne più alte dell’Appennino.















Il comune fa parte del bellissimo Parco del Gran Sasso e Monti della Laga, un parco nazionale istituito nel 1991 che si estende per una superficie di circa 141.350 ettari su un terreno prevalentemente montagnoso e ricco di flora e fauna protetta.










Questo è il lago di Campotosto, il più grande lago artificiale dell’Abruzzo: è artificiale perché la sua creazione è stata possibile grazie alla costruzione di tre dighe.









Anche il lago di Provvidenza è artificiale, è stato realizzato sbarrando il corso del fiume Vomano con una diga alta 52,2 metri. Questo lago viene utilizzato per le Centrali idroelettriche di Provvidenza e di San Giacomo.


mercoledì 28 marzo 2018

Un tuffo in... Italia - Pasqua a Tredozio


UN TUFFO IN… ITALIA – PASQUA a TREDOZIO

Anche quest’anno, per la 55° edizione, la domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta si svolgerà una manifestazione singolare e divertente: la Sagra e Palio dell’Uovo di Tredozio, una bella cittadina sull’Appennino tosco-romagnolo, in provincia di Forlì- Cesena.


Tredozio propone infatti due giorni tutti dedicati alle uova, con gare, intrattenimento, mostre d’arte a tema, mercatini d’artigianato e mostre fotografiche, artisti di strada, sfilata in costume storico.



Coinvolgenti sono i giochi con il pubblico come la “Pesca nell’uovo gigante” e la “Pentolaccia”, la “Battitura dell’Uovo Sodo” tra Rioni e pubblico e il Campionato nazionale dei Mangiatori di Uova Sode, tradizionale il campionato maschile, più recente quello femminile.
Per il giorno di Pasqua è previsto anche il Campionato di Sfogline, mentre a Pasquetta si svolge la disputa del Palio dell’Uovo con quattro gare appassionanti e divertenti e la disfida dell’Uovo tra i comuni di Tredozio e Arcevia.





La gara è preceduta dalla sfilata del corteo storico in rappresentanza degli antichi costumi medievali dei quattro rioni cittadini, con musicanti, sbandieratori e paggetti che portano il Palio d’argento.
L’uovo, sia crudo che sodo, è protagonista delle 4 gare del Palio, di cui la più spettacolare e sentita è la “battaglia delle uova crude” che vede contrapposte a rotazione le coppie dei Rioni in un incontro di abilità e precisione, con il lancio di 600 uova per ogni tornata.
Altrettanto simpatiche le gare dell’”uovo sodo nel pagliaio” (200 uova sode da ricercare all’interno di un grande pagliaio), la gara dell’”uovo al bersaglio” e quella del “tiro alla fune” con le due squadre posizionate sulle rive contrapposte del fiume.

Durante i due giorni di festa negli stand gastronomici allestiti per le vie del paese è possibile degustare tagliatelle, frittate, dolci ed altre specialità della tradizione gastronomica e culinaria locale.
La sagra offre l’occasione per trascorrere le festività pasquali in modo originale e spensierato in una località molto piacevole.



La Sagra -Palio dell’Uovo 2018 si terrà a Tredozio il 1° e il 2 aprile, nelle vie del centro storico.
L'ingresso alla Sagra costa 3 euro, al Palio 5 euro.

Per informazioni
Tel. +39.0546.943937 Comune Tredozio; +39.333.8827033 punto info
Fax +39.0546.943921

martedì 27 marzo 2018

Un tuffo a... Amsterdam, Utrecht, Rotterdam

L'ITALIANO IN CLASSE:  
ecco alcune espressioni e frasi utili per il linguaggio in classe con la traduzione in lingua olandese a cura di Silvia Pasquadibisceglie.

Het italiaans in de klas:
Hier sommige uitdrukkingen en nuttige zinnen voor de taal in het klaslokaal


Come chiedere spiegazioni
Hoe informatie te vragen

- Non ho capito.  = Ik heb het niet begrepen.          

- Può ripetere, per favore? = Kunt u het alstublieft herhalen?

- Può parlare più lentamente?  = Kunt u langzamer spreken?

- Che cosa significa "….."?  = Wat betekent "....."?

- Come si dice "………….……" in italiano?  
=  Hoe zegt u "…………" in het italiaans?

- Come si pronuncia (scrive) questa parola? 
= Hoe spreekt u dit woord uit /   schrijft u dit woord?

-È giusto? - È sbagliato?  =  Is dit goed? Is dit fout?
                       
Come chiedere qualcosa
Hoe iets te vragen
                                            
- Scusi, posso fare una domanda? = Sorry, kan ik u vragen?

- Posso aprire la finestra?  =  Kan ik het raam openen?
                                  
- Può aiutarmi?  = Kunt u mij helpen?

Come chiedere o esprimere un'opinione
Hoe een mening te vragen
                                    
- Mi piace …………  Ik houd van.....
- Le piace (formale) ………?    =  Houdt u van?
- Ti piace (informale) ……..?    =   Hou je van?

- Sono d'accordo.   =   Non sono d'accordo. 
Ik ben het met je eens. = Ik ben het niet met je eens.
                       
Come scusarsi o chiamare qualcuno
                            Hoe excuses te vragen / hoe iemand te roepen    
        
- Mi dispiace molto. = Het spijt me.
- Scusi (formale), …… = Excuses / Verontschuldig me (formeel)
- Scusa (informale), ……  =  Sorry (informeel)