venerdì 6 dicembre 2019

Un tuffo in... Italia - Natale a Napoli

“Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni?
Nel verde fogliame splendono arance d'oro
Un vento lieve spira dal cielo azzurro….”
(Goethe - Viaggio in Italia)




Anche nel periodo di Natale a NAPOLI il cielo è azzurro e splende il sole!
Cominciamo la nostra passeggiata nella città partenopea dal Corso Umberto, che i napoletani chiamano‘o Rettifilo, cioè una strada tutta dritta. Qui siamo davanti alla sede dell’Università Centrale Federico II.



Ora saliamo per via Mezzocannone verso la zona di Spaccanapoli e arriviamo alla chiesa di San Domenico Maggiore, una bellissima basilica in stile gotico del 1200.








Questa è la statua del Dio Nilo, una scultura di marmo del periodo romano (II - III secolo d.C.) che si trova nella piazzetta Largo Corpo di Napoli: siamo nel cuore della città vecchia, a Spaccanapoli, una strada che prende questo nome perché è come se tagliasse in due metà il centro storico.









Qui c’è una piccola chiesa, ma molto famosa: si chiama Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, in via dei Tribunali. Tutto l’edificio è decorato con teschi (in ferro ma anche veri!) ed ossa: nei suoi sotterranei i napoletani andavano a pregare per i propri familiari morti.


E finalmente siamo arrivati nella via dei presepi, cioè Via San Gregorio Armeno: qui tutti vengono a comprare le statuine del presepe nelle tantissime botteghe artigiane.











Si possono comprare anche tanti oggetti legati alla superstizione, come i cornetti rossi che portano fortuna e tengono lontano il malocchio! Anche l’uomo con la gobba porta fortuna!














Queste statuine sono dei Pulcinella, la maschera più celebre di Napoli.

















Ed ecco i famosi presepi, tutti costruiti e dipinti a mano.











Altri cornetti rossi fortunati e “collaudati” cioè sicuri al 100%!







Qui vicino si trova anche un’altra bottega artigiana che a Napoli è una vera istituzione: l’ospedale delle bambole, dove una famiglia di artigiani ripara bambole e marionette fin dal 1800.











Ora torniamo indietro verso la chiesa di Santa Chiara,un monastero del XIV secolo, celebre per il Chiostro maiolicato, completamente rivestito di ceramiche dipinte.











E finiamo a piazza del Gesù Nuovo dove si affaccia l’omonima basilica.
Per oggi la passeggiata nel cuore di Napoli è finita, ma quanti tesori da scoprire offre ancora questa meravigliosa città!

Avete mai visitato Napoli o un’altra città italiana?

Raccontateci le vostre esperienze di viaggio in Italia!

giovedì 28 novembre 2019

Impara l'arte 2 - Leonardo da Vinci

Continuiamo il nostro viaggio nell'arte italiana con Leonardo da Vinci, considerato senza dubbio uno dei più grandi geni dell'umanità e di cui quest'anno si celebrano i 500 anni dalla morte.


Anche Leonardo è stato come Michelangelo un pittore, disegnatore, scultore e architetto, ma in più anche un incredibile scienziato, un uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento italiano.

Leonardo fu anche ingegnere, scenografo, anatomista, letterato e musicista, ed incarnò in pieno lo spirito della sua epoca, portandolo alle maggiori forme di espressione in ogni campo dell'arte e della conoscenza.

Ci sono tantissime curiosità, leggende e miti sulla vita e sulle opere di Leonardo: sono stati scritti migliaia di libri, storici e romanzati , su di lui. Fra le credenze più strane quella secondo la quale Leonardo sarebbe l'autore anche della Sacra Sindone.

Di certo sappiamo che Leonardo nacque a Vinci il 15 aprile del 1452 ma nel 1469 si trasferì con tutta la famiglia a Firenze dove entrò a far parte della bottega del pittore Verrocchio e vi rimase per otto anni.
Qui imparò l'arte del disegno, l'uso della prospettiva e dell'anatomia.

................................
In seguito Leonardo arrivò a Milano nel 1482 e vi rimase per ben sedici anni al servizio di Ludovico il Moro.
A Milano si occupò dei diversi campi delle scienza e delle arti, ma si dedicò soprattutto all'attività di pittore: infatti, qui realizzò opere molto importanti tra le quali la Vergine delle rocce.
Eseguì anche molte altre opere, tra cui la Dama con l'ermellino, ora conservata a Cracovia, ma il capolavoro dell'attività svolta a Milano è considerato l'Ultima Cena che realizza intorno al 1495 -1497 nel convento di Santa Maria delle Grazie.

................................


...............................

Nel 1499 Ludovico il Moro fuggì da Milano, dopo l'invasione del ducato da parte dei francesi, e Leonardo intraprese una serie di viaggi: si recò a Mantova, a Venezia, e poi ritornò a Firenze.

.........................
In questi anni iniziò anche il famoso ritratto della Gioconda, cioè la Monna Lisa, un dipinto a lui così caro che portò con sé in Francia dove si trova ancora oggi, a Parigi, presso il museo del Louvre.

................................
Dopo altri viaggi fra Milano e Firenze infatti, nel 1516 accettò l'invito di Francesco I re di Francia e si recò ad Amboise dove trascorse gli ultimi anni della sua vita e morì nel 1519.
Le tante leggende che menzionavamo all’inizio su Leonardo sono nate spesso da Leonardo stesso, che amava giocare e prendere in giro i suoi contemporanei (e anche noi posteri!).
Se n'era accorto anche Sigmund Freud già nel 1910, che diceva:

"Il grande Leonardo, a ben vedere, rimase tutta la vita per più versi infantile; si dice che tutti i grandi uomini conservano qualcosa di infantile. Continuò a giocare ancora in età adulta e anche per questo apparve talora inquietante e incomprensibile agli occhi dei suoi contemporanei".

......................................

Rispondi ora al QUIZ:
1. Sai che cos'è la sacra Sindone e dove è custodita?
2. Che cosa significa “bottega”?
3. Con quale altro nome è conosciuta l’opera il Cenacolo? Si tratta di un quadro?
4. E infine, sapresti ora dare un nome a queste opere di Leonardo, fra le sue più famose, e sai dove si trovano?

Nei prossimi giorni vi presenteremo alcuni degli artisti più famosi della storia dell’arte italiana.
Qual è il vostro pittore, scultore o architetto preferito?

martedì 19 novembre 2019

Bravo chi legge - proposte di lettura 3

BRAVO CHI LEGGE! – proposte di lettura 3

Quali sono i libri da consigliare a chi studia la nostra lingua e vuole conoscere la cultura italiana?

Arriviamo oggi alla letteratura italiana moderna e parliamo di uno scrittore che sta avendo un grande successo in questi ultimi anni: Alessandro Baricco, nato a Torino nel 1958, che è anche un critico, uno sceneggiatore con alcune esperienze anche di regia cinematografica e teatrale. Baricco ha recentemente pubblicato per la Feltrinelli Mr. Gwyn e con Einaudi The Game, che parla della rivoluzione digitale che ha cambiato le nostre vite. 

Un libro più semplice per iniziare a conoscere questo autore può essere Seta, un romanzo breve del 1996 (Rizzoli) da cui è stato tratto anche un film nel 2007.

Il romanzo è ambientato nella seconda metà del 1800 e narra le vicende di Hervé Joncour, un commerciante francese di bachi da seta che, a causa di un’epidemia che colpisce i bachi in Europa e Africa, è costretto a recarsi in Giappone per comprarne le uova. In questo paese, il protagonista vivrà degli incontri nuovi e surreali, impalpabili proprio come un tessuto di seta.



Scheda didattica (livello B2)

Ecco l’inizio del romanzo: inserisci questi verbi al posto giusto

viveva stava scrivendo consisteva aveva finito comprava
richiudeva avesse immaginato potevano era vendeva avrebbe visto andasse avevano stava combattendo dice schiudevano

Benché suo padre ………………………. per lui un brillante avvenire nell’esercito, Hervé Joncour …………………………….. per guadagnarsi da vivere con un mestiere insolito.
Per vivere Hervé Joncour …………………….e ……………………….. bachi da seta.
Era il 1861. Flaubert ………………………… Salambo, l’illuminazione elettrica …………..…... ancora un’ipotesi e Abramo Lincoln,dall’altra parte dell’oceano, ……………………. una guerra di cui non …………… mai ………… la fine.
Hervé Joncour………….. 32 anni.
Comprava e vendeva.
Bachi da seta.
Per la precisione, Hervé Joncour comprava e vendeva i bachi quando il loro essere bachi ……..…… nell’essere minuscole uova, di colore giallo o grigio, immobili o apparentemente morte. Solo su un palmo di una mano se ne …………………… tenere a migliaia.
“Quel che si ………………………. avere in mano una fortuna”.
Ai primi di maggio le uova si …………………… liberando una larva che dopo 30 giorni di forsennata alimentazione a base di foglie di gelso, si……………………….. nuovamente in un bozzolo, per poi evaderne in via definitiva duesettimane più tardi lasciando dietro di sé un patrimonio di mille metri di filo grezzo: ammesso che tutto ciò ……………………. nel rispetto delle regole.
Lavilledieu era il nome del paese in cui Hervè Joncour ……………………...
Hélène quello di sua moglie.
Non ……………….. figli.

mercoledì 13 novembre 2019

Un tuffo a... Copenaghen, Aalborg, Odense


Questionario iniziale


Prima di iniziare lo studio della lingua e della cultura italiana vi presentiamo questo breve questionario: gli insegnanti possono proporlo nelle loro classi per conoscere meglio i propri studenti e i loro interessi.
 Per i principianti assoluti in Danimarca, ecco la  traduzione in danese a cura di Carina Graversen

SPØRGESKEMA

Har du allerede studeret italiensk? ? ja ? nej
Hvis ja, hvor og i hvor lang tid? __________________________________________________

Hvorfor studerer du italiensk?
Jeg skal bruge det i mine studier
Jeg elsker italiensk kultur
Jeg skal bruge det i forbindelse med mit arbejde
For at tale med mine italienske venner
For at rejse i Italien
___________________________

Hvad er dit formål?
Tale italiensk
Begå mig i dagligdagssituationer
Læse aviser, blade eller bøger
Lære handelssprog
Forstå italiensk TV
Lytte til radio og sange
Skrive breve
_________________________

Hvad interesserer dig mest ved italiensk kultur?
Kunst og historie
Gastronomi
Litteratur
Musik
Mode
Film

For dig er det vigtigst at lære at …
Tale og udtrykke dig
Skrive tekster og breve
Forstå
Læse aviser og bøger

Hvilke af følgende aktiviteter foretrækker du at bruge tid på i timerne:
Lytte og læse dialoger højt
Gennemgå grammatikken
Lytte til musik og synge
Se film eller TV programmer
Lave grammatikøvelser
Læse avisartikler
Læse litteratur
Lave rollespil og lege
Lære gloser udenad
Skrive diktat
_______________________
Samtaleøvelser
Skrive breve og andre tekster
Oversætte stykker og litterære tekster