giovedì 4 ottobre 2012

Cesare Cremonini - Le sei e ventisei




Cesare Cremonini è nato a Bologna nel 1980 e fin da bambino ha iniziato a studiare pianoforte, arrivando dopo alcuni anni a tenere piccoli concerti di musica classica. A 11 anni ha ricevuto in regalo il primo disco dei Queen, gruppo del quale diventerà grande fan e che lo porterà a dedicarsi totalmente al mondo del pop/rock. Verso i 14 anni comincia anche la sua passione per la scrittura e inizia annotando pensieri, brevi racconti, poesie e canzoni su un quaderno:


« Studiavo Chopin e Beethoven, poi per Natale mio padre mi regalò un disco dei Queen. Mi accorsi che c'erano riferimenti alla musica classica in così tante loro canzoni che chiesi alla mia professoressa di farmi studiare Bohemian Rhapsody. Ne fu contenta! Tre anni dopo, mentre ero in vacanza con i miei genitori, scrissi Vorrei, la mia prima canzone. »


È stato il leader del gruppo italiano Lunapop, band pop-rock che ha riscosso notevole successo tra gli anni 1999 e 2002 anno in cui Cesare ha annunciato ufficialmente lo scioglimento del gruppo, proseguendo nella sua carriera solista e pubblicando quattro album in studio, un live e una raccolta.

Le sei e ventisei è una canzone del 2008 (il titolo del brano deriva dall'orario in cui Cremonini l'ha scritta). Il video clip è stato girato a Parigi.

Completa il testo con le parole mancanti (livello B2):
Le sei e ventisei, ci sono notti in cui non sai ……………………….
e più lo chiami e più Morfeo ti dice: "Non ce n'è!"
Scendere per ……………………. in cerca di una birra e poi trovarsi
a raccontare a una puttana tutti i tuoi perché.
Non pensavo di esser stato ……………………… invece guarda
come ride, sembra anche felice, molto più di me.
Ma se ti piace nascere al ………………………. puoi dormire insieme a me.

Guarda un po' dove ti porta la vita!
In questa notte …………………….. la birra è finita, sì
ma tu puoi essere mia amica?
Ci penserò ……………………… tutta la vita!

Se Dio sapesse di te sarebbe al tuo fianco,
direbbe: "Son io! Quel ……………….. son io!"
Facendosi bello per te.
Ma è troppo occupato a dipingere nuvole in cielo
per badare anche me..

L'asfalto mentre corri sembra un fiume verso il mare
il panorama se ti volti è ……………………… e tu sei l'astronave.
Perderti nei vicoli, domani non svegliateci
c'è la ……………….. da esplorare, la stella polare dov'è?
Poi sentirsi liberi, prigionieri e simili.
Torneremo liberi! Ma liberi da che?

Se ti piace nascere al tramonto puoi dormire
Se ti piace nascere al tramonto puoi dormire
Se ti piace nascere al tramonto puoi dormire ……………………. a me.

Se Dio sapesse di te sarebbe al tuo fianco.
Direbbe: "Son io! Quel pittore son io!"
Facendosi bello per te.
Ma è troppo ………………….. a far piovere il cielo
dare vita a uno stagno e …………………….. all'oceano
ed io come un ……………… scienziato
l'ho scoperto.
L'ho scoperto.

Nessun commento:

Posta un commento