venerdì 24 febbraio 2012

Lucio Dalla: 4 Marzo 1943 Sanremo 1971



Il Festival è ormai finito, ma noi continuiamo la nostra Sanremo story.

Oggi ascoltiamo una canzone di Lucio Dalla (presente anche quest’anno all’evento canoro con il giovane Pierdavide Carone): 4 Marzo 1943 cantata a Sanremo nel 1971.

Il brano, prima di essere ammesso alla manifestazione, fu censurato perché era stato intitolato inizialmente Gesù Bambino, titolo giudicato irrispettoso, considerando anche la storia narrata di una ragazza madre: insieme ad alcune parti del testo, anch'esse giudicate inadeguate, ne fu cambiato il titolo e divenne quello della data di nascita del cantante, pur non essendo una canzone autobiografica.

Ascolta la canzone e completa il testo con le parole mancanti:
Dice che era un bell'…………………….
e veniva, veniva dal mare
parlava un'altra ……………………….
però sapeva amare;
e quel giorno lui prese mia madre
sopra un bel ………………………….
l'ora più dolce
…………………. di essere ammazzato.
Così lei restò sola nella ………………………
la stanza sul porto,
con l'unico ………………………….
ogni giorno più corto,
e benché non sapesse il …………………………
e neppure il paese
m'aspettò come un dono d'………………………
fino dal primo mese.
Compiva ……………….. anni quel giorno
la mia mamma,
le strofe di taverna
le cantò a …………………………!
e stringendomi al …………………. che sapeva
sapeva di mare
giocava a far la ………………………..
col bimbo da fasciare.
E forse fu per ………………………
o forse per amore
che mi volle chiamare
……………………. nostro signore.
Della sua …………… vita, il ricordo,
il ricordo più grosso
è tutto in questo …………………………
che io mi porto addosso.
E ancora adesso che gioco a carte
e bevo ……………………….
per la gente del ………………………
mi chiamo Gesù bambino ( 2 volte)

Nessun commento:

Posta un commento