lunedì 5 settembre 2011

news dai nostri collaboratori


Un gruppo di visitatori da Riolunato (Modena) alle Isole Faroer  
in occasione della partita di calcio fra le nazionali per il Campionato Europeo per Nazioni
post inviato da Gianfranco Contri

Date le strette relazioni di amicizia che esistono da anni fra Riolunato - un piccolo paese del Frignano nell’Appennino Tosco-Emiliano - la provincia di Modena e queste isole nordatlantiche, il Comune di Riolunato coglie l’opportunità data dalla disputa della partita  fra la nazionale locale e quella italiana per il Campionato Europeo di calcio per Nazioni UEFA 2012 per rinsaldare questi legami e promuovere ulteriori momenti di conoscenza e reciproca amicizia avviati fin dal 2004. E lo fa organizzando un gruppo che si recherà in queste isole. I partecipanti, guidati dal Sindaco Giancarlo Cargioli,  sono una trentina; il grosso del gruppo è composto da “maggiolanti” (questa volta giovanissimi, dai 12 ai 17 anni), diretti da Fabio Bonvicini - che porteranno anche in queste isole del Nord Atlantico le danze, i canti e le musiche della tradizionale festa del Maggio delle Ragazze di Riolunato.
Durante il soggiorno nelle Faroer essi saranno ospitati gratuitamente presso famiglie di amici delle isole (alcuni dei quali sono già stati in Italia negli anni scorsi sempre in simili occasioni), che stanno inoltre organizzando per quei giorni appositamente per gli ospiti italiani un ricco programma di eventi. Il più importante di questi è, il 1° settembre, il giorno precedente alla partita, un concerto italo-faroese con l’esibizione dei “maggiolanti” riolunatesi alla Norðurlanda Húsið – la Casa della Cultura Nordica, la principale istituzione culturale e sala da concerti delle isole ( vedi http://www.nlh.fo:80/  ). Il programma prevede inoltre visite nelle scuole e luoghi di lavoro, al Municipio di Tórshavn – la capitale dell’arcipelago-, all’università locale, ecc.
Già nel 2007, in occasione di un’altra partita fra l’Italia e la nazionale locale, Riolunato si fece promotore di un viaggio nel Nord Atlantico per rafforzare rapporti e amicizie che ormai lo legano da vari anni a quelle terre nordiche. Le intenzioni che stanno alla base di questa nuova visita alle Faroer, cogliendo l’opportunità offerte da un evento sportivo internazionale, sono quelle di conoscere una terra diversa e affascinante, promuovere l’incontro e la reciproca conoscenza fra culture e lingue diverse, prendere visione diretta delle strutture scolastiche, sportive e sociali di quella terra per compararle con le nostre, promuovere altri momenti d’incontro futuri e fare conoscere altre forme della cultura del nostro Paese, come ad esempio appunto quelle della nostra ricchissima cultura popolare locale, portando in queste isole  i “giovani maggiolanti” del Maggio delle Ragazze di Riolunato che torneranno certo arricchiti dall'esperienza.

Nessun commento:

Posta un commento